A strange Bar named "Bar Paradiso"
Bar Paradiso nasce approssimativamente nella primaverra inoltrata del 1985 da una disastrosa idea del Grande Malvagio che si nasconde dietro la sigla RU-y2k. Costui si è nascosto così bene che nessuno è più riuscito a trovarlo. Leggenda narra che si aggiri ancora, nei meriggi nebbiosi o nelle notti di pioggia caliginosa, bazzicando in cerca di personaggi e di idee nei dintorni di uno "Strange Bar" situato ai confini della realtà.
  
Esempio di antica bozza del primo Bar Paradiso, disegnato a matita.


Il Barman alle prese con con una avvenente personaggia.
Bar Paradiso è la rappresentazione più crudele e disincantata della ferocia del Banale e delle sue conseguenze che si possa immaginare. Nascosto dietro le ovvietà dei dialoghi, vittima del buon senso comune andato a male, si cela un profondo senso del grottesco ed una lodevole attitudine alla speranza, intesa come proposta di lavoro, piuttosto che come idea di attesa d'un qualcosa che cada dal cielo, precotto e predigerito come a tutt'oggi s'indulge volentieri fra le genti.

Bar Paradiso è un Bar dell'assurdo dove i personaggi più improbabili, disparati e problematici, si alternano in una danza infernale fra satira di costume e satira politica con una netta prevalenza del surreale. Quasi una anticipazione del fenomeno "Blog", Par Paradiso è un meta-diario personale, un periplo, un diario di bordo di un Barman spietato e cinico quanto un santo molto ben navigato! La sua apparente indifferenza nasconde una visione totalmente disincantata della vita e dell'umana follia! In Bar Paradiso, le situazioni e le relazioni paiono sospese in un'indefinita diatriba fra il gesto e l'attesa, risolvendosi spesso in una catastrofe od in una apoteosi verbale fatta di riferimenti colti, o crudeli sciabolate apodittico-aforistiche da manuale dell'allegro torturatore. Insomma, Bar Paradiso è un interregno della ragione pura, un universo impossibile, un bar ai confini della realtà...

* * *
Ruy2k Project All Right reserved